La tecnologia per luci LED: il Thermal Management per le situazioni… “roventi”.

Abbiamo già scritto della tecnologia DPR™ esclusiva delle luci LED Xenovision. Sappiamo quindi che le luci a LED temano gli sbalzi elettrici e le alte temperature, e che entrambi i problemi possono essere risolti grazie alla tecnologia digitale DPR™ per LED.

Dissipatore su luce posizione LED Xenovision con tecnologia Thermal Management

Tuttavia, per esigenze di costi e fasce di mercato, abbiamo sviluppato anche una seconda tecnologia, chiamata Thermal Management, che protegge le luci LED da problemi di temperature elevate (ma non dagli sbalzi elettrici), permettendo un costo più contenuto del prodotto finito e una valida protezione dal calore: l’ideale per tutte quelle auto con un impianto elettrico in salute, o già schermato mediante altri dispositivi, per cui non si temano gli sbalzi elettrici. Ma vediamo più in dettaglio il secondo grande nemico dei LED: il calore.

Con l’illuminazione a Led, le luci sono più prodotte in vetro e tungsteno come nelle lampade a incandescenza, o quarzo e lega metallica come negli xenon, ma in silicio e materie plastiche: la luce dei led è “fredda“, grazie all’altissima efficienza degli stessi, che trasformano in luce quasi tutta l’energia assorbita , e pochissima in calore. I led li potete infatti toccare col dito, e solo i più potenti diventano a malapena tiepidi.

Tuttavia, la loro natura in silicio e plastica, teme le temperature superiori ai 100°C. In un faro della vostra auto o moto, a pochi centimetri di distanza dalla luce anabbagliante, può svilupparsi una temperatura ben superiore ai 100gradi, soprattutto se usate le tradizionali lampade alogene!

Ci sono auto con la luce di posizione in uno scomparto separato rispetto alla lampada anabbagliante, quindi un eventuale luce a led non ha da temere alte temperature. Ma su quelle auto dove invece la luce di posizione è in una posizione “CALDA”,  occorre limitare lo stress termico a cui è sottoposto il LED: con il Thermal Management delle luci a LED Xenovision, un dissipatore metallico a corona intorno al led gli permetterà di resistere a temperature più elevate.

Logicamente la durata del Led usato come luce di posizione accanto a un kit Xenon HID Xenovision, che scalda molto meno di un’alogena, sarà maggiore rispetto allo stesso se affiancato a una tradizionale lampada alogena, di fatto più “rovente”.