Fari con luci a Led Auto vs. Fari Xenon: qual è la migliore scelta per l’illuminazione della vostra auto?

Fari LED o Fari Xenon: qual è la scelta migliore per l’illuminazione della vostra auto?

Chi ha seguito Xenovisionblog attraverso i quasi 100 post pubblicati finora conosce probabilmente molti dei motivi per cui siamo dei convinti sostenitori dell’illuminazione allo Xenon. Oggi, però, si affaccia all’orizzonte uno sfidante acerbo eppure temibile: l’illuminazione LED, che muove da tempo i primi passi in campo automobilistico ma che ha finora avuto un vero exploit solo nell’avveniristico design dell’AUDI R8.

I diversi stadi di avanzamento delle due tecnologie rendono difficile trovare un vincitore. Per questo motivo abbiamo messo sul piatto i vantaggi dei due sistemi di illuminazione, Xenon e LED.

I VANTAGGI DEI FARI XENON

Luminosità, prima di tutto: i fari Xenon illuminano un’area stradale incredibilmente più ampia rispetto alle alogene, con una potenza molto maggiore nonostante un consumo elettrico inferiore, merito dell’elevato contenuto tecnologico dell’illuminazione xenon stessa, non più basata su un poco efficiente filamento incandescente, ma su un gas particolare che – attraversato da una scarica elettrica, analogamente a un fulmine – si trasforma in una potente sorgente luminosa, ad elevata efficienza: la quantità di lumen generata per ciascun watt consumato è 5 volte maggiore rispetto ad un’alogena;

Risparmio: i fari Xenon consumano molto meno di un’alogena. Dopo la scarica elettrica ad alta intensità iniziale (generata dall ballast ) che innesca il processo, non appena la lampada va a “regime” (sui kit di alta qualità, come gli Xenovision serie Diamond, richiede circa 0.6secondi) l’assorbimento scende a 3.2 Ampere – pari a soli 35Watt contro i 55Watt di un’alogena tradizionale;

Estetica: i fari Xenon sono il complemento indispensabile dell’estetica di qualunque automobile, anche grazie alle molte gradazioni di colore disponibili.

I VANTAGGI DELLE LUCI A LED

Risparmio energetico: se è vero che la tecnologia a LED non è arrivata ad un punto di luminosità tale da poter competere con i fari Xenon a costi ragionevoli (non sono ancora disponibili infatti soluzioni a LED come anabbaglianti abbaglianti e fendinebbia), sono però campioni assoluti sul piano del risparmio, grazie ad un’efficienza incredibilmente superiore a qualsiasi altra tecnologia di illuminazione, Xenon compresi. Questo porta – il giorno che la tecnologia renderà possibile utilizzare i led come anabbaglianti o abbaglianti a un costo contenuto – a dei consumi nettamente inferiori anche a quelli di un kit Xenon, senza contare che l’illuminazione a led raggiunge il regime di massima luminosità ISTANTANEAMENTE, non richiede quindi i – seppur brevi nei kit Xenovision serie diamond – tempi di riscaldamento;

Durata e affidabilità: i LED non richiedono manutenzione e, se montati con le dovute accortezze, possono durare più di qualunque altra tecnologia di illuminazione. Hanno infatti una durata, sulla carta, pressochè “infinita” – non si fulminano e non perdono colore nel tempo – tuttavia sono delicati. Xenovision ha sviluppato una tecnologia apposita equipaggiata  su una selezione dei propri led (quelli sottoposti a maggior stress) proprio per massimizzarne la durata – annullando il problema della scarsa durata dei led LOW COST reperibili ovunque. Ancora una volta, XENOVISION si propone di segnare una netta differenza qualitativa con i prodotti generalmente reperibili sul mercato, offrendo una gamma di soluzioni a led professionali e di altissima qualità – direttamente dagli USA.;

Qualità della luce: a differenza di Xenon e Alogene, i LED emettono una luce pulita e concentrata in un fascio quasi puntiforme, riducendo la dispersione ed illuminando in modo eccellente.

Tirando le somme, appare chiaro come i fari Xenon siano oggi la scelta d’elezione per l’illuminazione più potente (anabbaglianti, abbaglianti, fendinebbia), mentre i LED siano al momento destinati alle luci di stop, retromarcia, frecce, retronebbia, luci cortesia, luci sportelli, luci cruscotto, luci di posizione, luci targa (ovvero tutte le altre sorgenti luminose di auto camion moto e camper) in cui conta un colore vivido e brillante, alta visibilità (eccellente nel LED), tempi di accensione istantanei (frecce, stop)  anziché una poderosa illuminazione ambientale – ove gli xenon dominano incontrastati. L’utilizzo dei fari LED come anabbaglianti su veicoli di fascia alta come l’AUDI R8 lascia ovviamente intravedere un futuro roseo per l’illuminazione LED: nulla esclude infatti che gli anabbaglianti a LED diventino entro 5-10 anni disponibili anche in versione aftermarket. Quando questo accadrà, la luce pulitissima e i consumi risibili del LED li renderanno senza dubbio padroni del mercato: vale la pena posticipare l’acquisto di un kit xenon attendendo la tecnologia a led sugli anabbaglianti? Decisamente no, perchè se anche dovesse essere disponibile nel giro di pochi anni, prima che raggiunga un prezzo pari all’attuale costo di un impianto xenon aftermarket dovremo attendere almeno il 2015. Come per gli xenon, che inizialmente costavano più di 700 euro aftermarket, oggi costano circa un settimo.


Xenonpedia A-C – La guida definitiva ai fari Xenon e kit HID aftermarket

Xenonpedia A-C - La guida definitiva ai fari Xenon e kit HID aftermarket

Xenovisionblog saluta il 2008 regalandovi la Xenonpedia, la guida definitiva alla terminologia del mondo dei fari allo Xenon. Cominciamo oggi con il volume A-C.

Alogena

Si chiamano alogene le normali lampadine montate di serie sulle automobili (anche se molte automobili di fascia alta cominciano a montare fari xenon di serie). Le lampade alogene hanno una luminosità ridotta rispetto ai fari allo Xenon ed un colore più giallo. Esistono tuttavia lampade alogene che proiettano una luce più fredda, come le alogene Bluthunder ad effetto xenon, che richiamano appunto il colore dei fari allo Xenon.

Accensione

L’accensione dei fari Xenon si articola in due fasi: nella prima il faro Xenon raggiunge il 70% della propria luminosità. Nella seconda fase, detta di riscaldamento, il faro Xenon sprigiona il 100% della propria luminosità (si parla in questo caso di boost). Alcuni kit Xenon, come il kit Xenon DiamondPLUS Korea Canbus, raggiungono il boost in pochissimo tempo (circa 2 secondi).

Aftermarket

Il termine aftermarket indica quelle modifiche che vengono apportate ad un’automobile dopo che questa ha lasciato il concessionario. Non rientrano quindi in questa categoria gli optional offerti dalla casa automobilistica. I fari Xenon rientrano in questa categoria di modifiche: poche automobili li offrono di serie o anche solo come optional.

Ballast

La ballast è la centralina elettrica che ha il compito di “accendere” i fari Xenon. Questi fari, infatti, consumano meno delle lampade alogene, ma hanno bisogno di una forte scarica iniziale per accendersi. Questa scarica non viene fornita dalla batteria della macchina, ma dalla centralina ballast che è parte integrante di ogni kit Xenon.

Bi-Xenon

Si parla di fari bi-Xenon quando sia gli abbaglianti che gli anabbaglianti di un’auto sono allo Xenon. In alcuni kit bi-Xenon il passaggio tra le due modalità è garantito da un’elettrocalamita che garantisce spostamenti fluidi, senza consumare le parti meccaniche (è il caso dei kit Xenovision). In questo articolo trovate maggiori informazioni su bi-Xenon e quad-Xenon.

Check Control

Le auto più recenti sono dotate di un sistema elettronico che rileva automaticamente la presenza di componenti “estranee”: questo sistema si chiama check control. Quando entra in azione, il check control è un bel piantagrane: per questo le auto più moderne richiedono kit Xenon altamente compatibili in grado di comunicare agevolmente con il check control ed esserne “accettati”. Per approfondire l’argomento cliccate qui.

Colore

Il colore della luce ha una sua “temperatura”, misurata in kelvin. Più alta è questa temperatura, più “fredda” è la luce, ovvero tendente al blu. I fari xenon hanno una luce più fredda di quella delle lampade alogene: il range di temperatura-colore va dai 4500 K (bianco caldo) ai 12000 K (violetto). Potete approfondire il tema del colore dei fari o guardare un video che compara i diversi colori.


Compatibilità

Diverse auto hanno diversi innesti per le lampade: questi si suddividono in H1, H4 e H7. Chiaramente, prima di acquistare un kit Xenon è necessario conoscere il tipo di innesti della propria auto. Qui trovate una lista di compatibilità per gli innesti. La compatibilità può però riferirsi anche al check control: auto più recenti vogliono kit Xenon più avanzati. Qui trovate una lista di compatibilità relativa al check control.

Vi diamo appuntamento al prossimo volume della Xenonpedia (D-H)!


Ecco come funziona il kit Xenon DiamondPLUS Philips Korea Canbus

Kit Xenon DiamondPLUS Korea Canbus

Abbiamo già parlato, su questo blog, dell’eccellente linea di kit Xenon DiamondPLUS. Oggi diamo un’occhiata più tecnica al funzionamento e ai vantaggi di questo kit Xenon spaziale.

Il kit Xenon DiamondPLUS Korea Canbus funziona in modo perfetto con tutte le auto canbus. Un’auto canbus è una vettura dotata di un sistema elettronico di controllo (check control), in grado di rilevare eventuali componenti “estranee” (come i fari Xenon aftermarket, appunto).

Quando il check control individua una componente “estranea” lo segnala in molti modi: innanzitutto accendendo una spia, poi con lo sfarfallio dei fari (effetto strobo), in alcuni casi anche con lo spegnimento. Ci sono due modi in cui un kit Xenon aftermarket può evitare queste conseguenze:

il pastrocchio: i kit Xenon non di alta qualità ingannano il check control utilizzando resistenze che simulano la presenza di una normale lampadina anziché di una lampada Xenon. Questo risolve il problema della spia. Lo sfarfallio viene invece mascherato (ma non del tutto eliminato) da un condensatore. Una soluzione abbastanza penosa e non risolutiva;

il plug ‘n play: i kit Xenon di qualità, come il DiamondPLUS Korea Canbus non ingannano il check control, ma dialogano con esso grazie ad una centralina elettronica molto avanzata. L’installazione è veloce (5 minuti), senza resistenze, condensatori, pastrocchi o magie. I fari Xenon DiamondPLUS Korea Canbus funzionano senza spie, senza sfarfallii, come se fossero un componente nativo della vostra auto. Questo è garantito dal microprocessore interno alla ballast, prodotto con un processo esclusivo.

Inoltre, i kit Xenon DiamondPLUS Korea Canbus presentano una perfetta schermatura elettromagnetica, che risolve un problema meno noto: quello delle correnti indotte. Le centraline dei kit Xenon producono infatti, inevitabilmente, correnti elettromagnetiche che vanno a “stimolare” il check control. A questo punto il cervellone impazzisce ed invia impulsi elettrici che danneggiano le componenti più “semplici” dell’auto, come i motorini tergi-cristalli ed alza-cristalli. I kit Xenon più inaffidabili possono anche mascherare spie e sfarfallii, ma finiranno per far impazzire ad ogni modo il check control, cosa che non succederà mai a chi monta un paio di fari DiamondPLUS Korea Canbus.

Inoltre, grazie alla tecnologia esclusiva a starter separati, l’elevatissima efficienza delle centraline unita alla bontà delle lampade originali PHILIPS Genuine Rebased Bulbs, il kit DiamondPLUS PHILIPS KOREA CANBUS è il più luminoso della categoria 35Watt, 42Watt e 50Watt.

Il kit Xenon Diamond PLUS Korea Canbus è senza dubbio il primo in Europa, campione di affidabilità, facilità di installazione, sicurezza, luminosità e durata, perfetto anche per auto molto esigenti come Audi e Golf V. Questo kit è la migliore scelta per un pubblico esigente che vuole una soluzione pulita ed efficiente.

Il Diamond PLUS Korea Canbus è un’esclusiva di Xenovision. Potete acquistarlo subito dal nostro online store.


Montare fare Xenon sulle minicar: quali sono i kit Xenon giusti per Aixam, Bellier, Grecav, Chatenet e le altre

Montare fari Xenon sulle minicar e microcar: una Aixam con fari Xenon DiamondBASE H4 6000k di Xenovision

Ve lo ha mai detto nessuno che i fari Xenon si possono montare anche sulle minicar? Queste auto di piccola cilindrata, che si possono guidare senza patente, possono essere dotate di luce allo Xenon così come le loro sorelle maggiori. Tutto sta a sapere quale kit Xenon va bene per la vostra minicar, che sia una Aixam, una Bellier, una Grecav, una Casalini, una Chatenet, una JDM, una Ligier, una Meta, una Microcar, una Tasso o una Townlife.

Montare fari Xenon sulle minicar e microcar: una Aixam con fari Xenon DiamondBASE H4 6000k di Xenovision

Come regola di massima, le minicar montano fari Xenon H4 alogeno + Xenon. In questo caso il kit che fa per voi è il DiamondBASE H4 di Xenovision. Alcune minicar più evolute, però, vogliono kit Xenon H7, come il DiamondBASE H7 di Xenovision. Se avete dubbi sulla categoria della vostra minicar, contattate il team di Xenovision Blog per scegliere il kit Xenon più adatto.

Montare fari Xenon sulle minicar e microcar: una Aixam con fari Xenon DiamondBASE H4 6000k di Xenovision

L’effetto dei fari allo Xenon sulla vostra minicar sarà di grande impatto e davvero sorprendente. Per saperne di più sui fari allo Xenon vi invitiamo a leggere gli archivi del nostro blog, in particolare l’articolo su come funzionano i fari allo Xenon.
Ricordatevi di usare il coupon BLOG: avrete uno sconto immediato del 5% sul totale.

Montare fari Xenon sulle minicar e microcar: una Aixam con fari Xenon DiamondBASE H4 6000k di Xenovision


Sensori di parcheggio per auto Parkmate: il kit per un parcheggio vincente (e potresti vincerlo tu).

Sensori di parcheggio per auto Parkmate: il kit per parcheggiare senza sorprese
A cosa servono i sensori di parcheggio? Chi vive in città sa che spesso il parcheggio è merce rara, e quando il posto si trova la macchina ci sta giusta giusta. E’ in questi momenti che i sensori di parcheggio tornano utili, per evitare di abbozzare e graffiare la propria macchina e quelle altrui.

I sensori di parcheggio Parkmate utilizzano tecnologia ad ultrasuoni per rilevare gli ostacoli in prossimità della vostra auto: questi dati vengono poi processati da una centralina ed inviati ad uno schermo LCD che vi mostra in tempo reale le informazioni necessarie per un parcheggio sicuro, mentre un segnale acustico vi avverte in tempo per evitare collisioni spiacevoli.

Sensori di parcheggio per auto Parkmate: il kit per parcheggiare senza sorprese

I sensori di parcheggio per auto Parkmate sono facili da montare e sono verniciabili, per una massima discrezione estetica.
Potete acquistare subito i sensori di parcheggio per auto Parkmate, con uno sconto del 5% se utilizzerete il coupon BLOG, oppure potete provare a vincere i sensori Parkmate acquistando un fantastico kit Xenon Diamond PLUS (leggi più informazioni sul kit): utilizzando il coupon BLOG&WIN avrete uno sconto dell’1% sul kit e parteciperete all’estrazione di un set di sensori di parcheggio Parkmate.


Lampade alogene a effetto Xenon Bluthunder: luce fredda per la tua auto, senza lo Xenon

Lampade alogene a effetto Xenon Bluthunder: come fari xenon, senza lo xenon

Se cercate una luce fredda per i fari della vostra auto, lo Xenon non è l’unica risposta: avete mai sentito parlare di “effetto Xenon“? Si tratta di normali lampade alogene che, una volta montate, emettono una luce più fredda delle normali lampade: una luce che simula quella dei fari Xenon.

Certo, non si tratta di un kit Xenon: non c’è una ballast, e non c’è il gas Xenon. Di conseguenza, la potenza luminosa non differisce da quella dei normali fari. La differenza estetica, però, c’è e si vede: la vostra auto avrà infatti una luce fredda (tra i 4000 e i 6000 k), davvero bella da vedere.

Xenovision propone le fantastiche lampade alogene a effetto xenon “Bluthunder”, la vera risposta a chi cerca l’effetto xenon senza impegno, perché:

– hanno un costo decisamente più contenuto dei fari Xenon. Se paragonate ad uno sfavillante kit xenon Diamond Plus, il loro prezzo è addirittura 50 volte minore;
– hanno una resa cromatica pressoché identica ai fari Xenon;
– sono facili da montare: a differenza dei kit Xenon, non c’è una centralina, ma solo delle lampadine da sostituire a quelle normali.

Le alogene ad effetto Xenon “Bluthunder” sono disponibili su Xenovision in versione da 55W, da 70W e da 100W.

Potete acquistare subito le vostre lampade effetto xenon su xenovision.it. Ricordatevi di utilizzare il buono sconto del 5% inserendo nel coupon: BLOG.


News sui fari bi-Xenon: la doppia luce Xenon va di moda (dalla Lamborghini alla Mercedes)

Abbiamo già parlato in questo blog di fari bi-Xenon e Quad-Xenon. I primi, i bi-Xenon, altro non sono che kit Xenon in grado di funzionare sia come abbaglianti che come anabbaglianti. La notizia è: i fari bi-Xenon vanno di moda. Basta dare un’occhiata a qualcuna delle auto in arrivo tra fine 2007 e inizio 2008, molte delle quali monteranno questo tipo di lampade.

Cominciamo dalla più avveniristica, almeno per quanto riguarda le forme: la Lamborghini Reventòn. Questo capolavoro del design (è nato dall’esperienza del design aeronautico) monterà fari bi-Xenon oltre ad alcune luci al led. Possiamo immaginare quale sarà l’incredibile effetto di queste luci su un mostro simile.
Lamborghini Reventon con fari bi-Xenon

La seconda principessa che ci vede doppio è la Cadillac BLS Wagon, che sarà presentata in anteprima in questi giorni al Motor Show di Francoforte. A conferma del fatto che i fari Xenon sono un accessorio di classe, la BLS monterà bi-Xenon solo nella versione Sport Luxury.
Cadillac BLS Wagon con fari Bi Xenon

La Mercedes gioca più pesante, presentando una nuova versione del suo acclamato SUV Classe M. Si tratta di un’edizione speciale per i 10 anni del SUV (si chiamerà, con poca fantasia, “Edition 10”). Neanche a dirlo, questo super-SUV monterà fari bi-Xenon, nel caso non facesse già abbastanza paura.
Mercedes Benz Classe M con fari Bi Xenon

Dalle blasonate passioamo ad un successo più popolare, quello della Ford Focus: la nuova Focus che entrerà in produzione alla fine del 2007 avrà fari bi-Xenon. Una scelta naturale per un’auto considerata tradizionalmente molto sicura.
Nuova Ford Focus con fari bi-Xenon

Se vi è venuta voglia di regalare un kit bi-Xenon anche alla vostra auto, date un’occhiata ai fari di Xenovision, e non dimenticate che segnalando che arrivate dal blog avrete uno sconto del 5%.


Fari xenon sulla tua BMW

BMW logo - fari xenon? La BMW offre di serie o come optional i fari xenon su molti modelli di auto e moto.

Tuttavia, se non li avete chiesti quando avete acquistato la vostra BMW nuova di zecca, oppure avete acquistato una BMW usata senza i fari xenon (e non siete uno dei fortunati possessori della BMW K1200 con fari xenon) allora dovrete montare un kit fari xenon aftermarket.

La scelta ottimale è un kit xenon compatibile che non dia problemi con il check control della vostra BMW . Il kit xenon DiamondPLUS di Xenovision.it è pienamente compatibile con tutti gli ultimi modelli BMW – che montano i kit xenon H7 – ed è disponibile nelle gradazioni colore 6000k e 8000k (guida ai colori dei fari xenon). Con i kit di fari xenon aftermarket risparmierete un bel pò di soldini (ad esempio il kit xenon di serie per la “piccola” BMW Serie 1 costa di listino 840 €!).

Per la vostra BMW un kit xenon è quello che ci vuole, e i kit xenon aftermarket di alta qualità Xenovision (vedi i modelli compatibili) sono la scelta giusta!

Vuoi montare i fari xenon sulla tua moto BMW?
I kit Xenovision DiamondMOTO sono kit xenon aftermarket studiati apposta per le moto.


Fari lenticolari o a parabola: qual è la differenza tra kit xenon con innesti H7 e H7R

I fari xenon possono essere montati praticamente sulla totalità delle automobili in commercio. Dopo aver scelto la giusta temperatura colore dei fari xenon, prima di andare a comprare un kit xenon hid, se avete lampade H7 dovrete informarvi sul tipo di fari della vostra automobile, che possono essere lenticolari o a parabola.

Nei fari lenticolari il fascio luminoso passa attraverso una lente che regola l’ampiezza e l’asimmetria dell’illuminazione stradale.

.Faro lenticolare - come funziona

Nei fari a parabola invece la luce viene riflessa dalla struttura parabolica del fanale per essere indirizzata sulla strada.

Faro a parabola - come funziona

Nei fari a parabola può capitare che la luce della lampada xenon, che è fino a 5 volte più potente rispetto all’alogena, venga riflessa in direzioni che danno fastidio alle auto provenienti in senso contrario. Se con una lampada alogena questo “riverbero” è trascurabile, con una potente lampada xenon diventa fastidioso per chi guida in senso contrario.

Per i fari a PARABOLA, consigliamo di istallare lampade Xenovision H7-R. Queste lampade hanno una placca metallica che blocca sufficientemente i riverberi, in modo da ridurre drasticamente il fastidio arrecato.
Per chi non fosse interessato a questa peculiarità, vanno bene invece le lampade Xenovision H7, che riversano il 100% della luce su strada,con una resa di un 5%-10% più efficiente rispetto alle lampadeH7-R

Per i fari LENTICOLARI, consigliamo l’opposto, ovvero di istallare lampade Xenovision H7, perchè la lente già presente sul faro blocca sufficientemente i riverberi.
Per chi non sapesse qual’è il suo tipo di faro, suggeriamo di montare le lampade H7-R – che vanno bene su entrambi i tipi di fari – lenticolari e a parabola.


Si dice “fari allo Xeno” o “fari allo Xenon”?

Piccolo dilemma: si dice “fari allo Xeno” o “fari allo Xenon“? Sicuramente avete sentito usare entrambi i termini. Qualcuno dirà che Xenon è il solito inglesismo. Non è così: si tratta del termine greco, che vuol dire “straniero”. “Xeno” è solo il nome italiano di questo gas. L’italianizzazione fa perdere la N finale (cosa che non accade invece col Neon o col Radon).

Insomma: se volete usare l’esatto termine italiano, parlate di “Xeno“, ma sappiate che usando il termine “Xenon” non state sbagliando.

Qualunque dizione preferiate, potete acquistare i migliori fari allo Xenon – o allo Xeno – su xenovision.it.


Cos’è il gas Xenon e come funzionano i fari allo Xenon (Pro Hid Systems)

I fari allo Xenon piacciono a tutti, d’accordo. Ma come funzionano? E soprattutto: cos’è questo benedetto Xenon?

Lo Xenon è un gas nobile, come il Neon, l’Elio, l’Argon, il Kripton e il Radon.

La scoperta dello Xenon risale al 1898, e da allora questo gas è stato utilizzato per diversi scopi, ma il suo impiego più comune è nei dispositivi ad emissione di luce.

I suoi utilizzi includono flash fotografici, lampade mediche, addirittura le proiezioni nel cinema IMAX, ma soprattutto questo gas viene impiegato nei fari Xenon, ovvero nei nostri amati kit HID (High Intensity Discharge). Il funzionamento è semplice: le lampade HID fanno passare una scarica elettrica ad alta intensità attraverso un gas (nel nostro caso lo Xenon), accendendolo e producendo una luce molto intensa. La differenza con i fari normali si vede, eccome.

Il bello dei fari allo Xenon è che non solo emettono una luce più forte e mantengono più vivi i colori degli oggetti illuminati, ma – una volta innescata la reazione – usano poca elettricità per tenere “acceso” il gas. Quello che serve è la scarica iniziale ad alta intensità (da qui il nome HID): per questo i kit Xenon comprendono una centralina di trasformazione, chiamata ballast.

Il ballast è il vero cuore dell’impianto Xenon: immaginate che questo super-trasformatore ha il compito di portare la normale corrente della vostra batteria (12V) a ben 25.000 Volt. Questa è infatti l’intensità richiesta al momento dell’accensione.

Ovviamente con un voltaggio così alto è indispensabile che il ballast sia di fattura e qualità eccellenti, per la nostra sicurezza e per quella dell’automobile. Bisognerebbe scegliere sempre kit Xenon affidabili, sicuri e longevi, come i kit Pro HID (Professional High Intensity Discharge), di Xenovision.

Diversamente dai kit low-end, inaffidabili e decisamente imprevedibili, i kit Pro HID sono adatti ad installatori professionisti ed utilizzatori esigenti.

Su xenovision.it trovate ulteriori dettagli sul funzionamento e la scelta dei fari allo Xenon.